Rzeczy/Cose / 2011

a partire dal reportage di Mariusz Szczygieł Realitytraduzione di Marzena Borejczuk, Nottetempo 2011

ideazione e performance Daria Deflorian e Antonio Tagliarini
disegno luci Gianni Staropoli
collaborazione Fernanda Pessolano
organizzazione Anna Damiani
produzione e accompagnamento internazionale Francesca Corona
direzione tecnica Giulia Pastore

in collaborazione con la casa editrice Nottetempo
produzione A.D., Festival Inequilibrio/Armunia, ZTL-Pro con il contributo di Provincia di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali
in collaborazione con Fondazione Romaeuropa e Teatro di Roma
ringraziamenti Marzena Borejczuk

 

Mariusz Szczygiel nel suo libro parlando di Janina Turek scrive: “Nella routine quotidiana succede sempre qualcosa. Sbrighiamo un’infinità di piccole incombenze senza aspettarci che lascino traccia nella nostra memoria, e ancor meno in quella degli altri. Le nostre azioni non vengono infatti svolte per restare nel ricordo, ma per necessità. Col tempo ogni fatica intrapresa in questo nostro quotidiano affaccendarsi viene consegnata all’oblio.”
Janina Turek, casalinga di Cracovia, aveva scelto come oggetto delle sue osservazioni proprio ciò che è quotidiano, quelle centinaia di piccole azioni che accompagnano il nostro fare. Nessun commento. Nessuna emozione. Solo l’osservazione e una minuziosa elencazione. Gli oggetti, il cibo, gli indumenti, le piccole cose di tutti i giorni sono il centro della nostra riflessione per questa installazione/performance inspirata e dedicata a Janina Turek . Le tante cose che in maniera più’ o meno disordinata affollano le nostre case – che siano utilizzate ogni giorno o dimenticate – sono sempre e comunque gli dei e gli spiriti del nostro quotidiano.

 

Rassegna stampa
Teaser
Approfondimenti
Tournée
Scheda tecnica
Video

GALLERY

Foto di Cristiano Morati